Avete mai visto un peplum fantasy nippo-latino? Beh, è giunto il momento di colmare questa lacuna!

HISTORIA

[LA STORIA]

Presentato in anteprima mondiale al quattordicesimo Far East Film Festival di Udine e tratto dal celebre manga della fumettista Mari Yamazaki, edito in Italia dalla Star Comics, Thermae Romae narra le gesta di Lucius Modestus (il divo nipponico Abe Hiroshi, assolutamente perfetto per il ruolo): un aitante architetto che, dall’Antica Roma, si ritrova improvvisamente catapultato nel Giappone contemporaneo! Girato a Cinecittà e nei dintorni della Capitale, il film pullula di comparse italiane e, qui e là, fa ricorso all’uso del Latino (qualche prof impugnerà la penna rossa) e ad arie d’opera (tra cui la Marcia trionfale dell’Aida). La sceneggiatura accumula gag su gag e non risparmia colpi di scena, sfruttando con invidiabile creatività l’artificio narrativo del viaggio nel tempo, e i miracoli digitali fanno il resto, assieme ai vari set romani e all’accuratezza dell’intera operazione. Cecil B. DeMille, re indiscusso dei peplum hollywoodiani, avrebbe sicuramente approvato! 

MAGISTER

[IL REGISTA]

1966, Takeuchi Hideki ha iniziato a lavorare per Fuji Television e nel 1996 ha diretto la prima delle sue serie per il canale televisivo. Nel 1998 ha vinto il premio come miglior regista ai Television Drama Academy Awards per Just a Little More, God e, successivamente, lo ha conquistato altre tre volte, insieme ad altri riconoscimenti del settore. Takeuchi ha debuttato nei lungometraggi nel 2009 con la commedia musicale drammatica in due parti Nodame Cantabile. Alternandosi fra cinema e piccolo schermo, ha fatto seguire a Thermae Romae due serie televisive, passando con molta disinvoltura dal dramma storico alla commedia brillante. Thermae Romae ha ottenuto un successo talmente clamoroso nei botteghini giapponesi che Takeuchi ne è ha realizzato il sequel, Thermae Romae II, uscito in patria il 26 aprile 2014 e presentato in anteprima dopo una settimana al sedicesimo Far East Film Festival di Udine.

PICTOR

[LA DISEGNATRICE]

Orientale di nascita, occidentale di formazione e italiana di adozione (vive tra Tokyo e Firenze ed è sposata con un professore italiano, esperto di Storia Romana), la fumettista giapponese Yamazaki Mari ha trionfato ai Manga Taisho Awards del 2010 con Thermae Romae, giocando brillantemente sulle similitudini tra le due civiltà che più di tutte hanno amato le terme: quella degli antichi romani e quella nipponica. Pubblicato in patria sulla rivista Comic Bearn, e in Italia dalla Star Comics, Thermae Romaeè stato anche tradotto in un anime di tre puntate per la Fuji TV. 

Chiudi il menu